Un gioco della scorsa settimana (6 Novembre)

Questa settimana ho visto nella lista delle nuove uscite una mia vecchia conoscenza.

Solar Collector

Questo gioco penso è nato nel Ludum Dare di Agosto al quale ho partecipato (e ora che ci penso non vi ho mai realmente parlato dell’esperienza). La versione per il Ludum Dare era divertente, e penso sia l’attuale demo, e sulla pagina Itch.io sono segnalati i miglioramenti che son stati fatti a questo gioco nel corso degli ultimi mesi.

Il gioco non è rimasto molto simile alla sua versione originale che quindi è studiata per partite di pochi minuti, ma sembra essere stato rifinito. Lo scopo del gioco è costruire una rete di pannelli solari per raccogliere energia per rifornire i veicoli spaziali che transitano nella nostra area di servizio. La meccanica è abbastanza semplice ed è probabilmente ripetitiva, e per questo il gioco costa solo 1.99 €.

Questo titolo è il segno che nonostante il cambiamento della policy sulla pubblicazione dei videogiochi anche un piccolo sviluppatore emergente con un gioco che – a voler essere sinceri – forse sarebbe solo destinato a Itch.io, può ancora se lo vuole pubblicare un gioco su Steam. E questo non è di per se un male, anzi, però mi chiedo se affrontare il passo di andare su Steam sia effettivamente sensato dato che oggi non ha alcun effetto vetrina e l’unico vero vantaggio è il poter distribuire le chiavi magari in bundle da un dollaro.