Passo falso di Paradox nella settimana di PDXCON

Nelle settimane di avvicinamento a PDXCON (19-20 Ottobre) Paradox ha cominciato attraverso i propri canali a rivelare un nuovo gioco di Stellaris.

Con poca sorpresa questo videogioco si è rivelato essere per cellulari…

Sviluppato dai cinesi di GameBear il gioco come immaginabile non è stato accolto positivamente dai fan “Core” di Paradox.

Questo è probabilmente il motivo che ha spinto Paradox ad annunciare il gioco prima di PDXCON in modo da evitare di far la stessa figura di Blizzard con l’annuncio di Diablo Mobile.

I problemi però non si fermano qui: in poche ore gli utenti si accorgono che il gioco contiene alcune immagini “rubate” da dei concept art di Halo.

Paradox ha quindi correttamente bloccato i server del gioco e iniziato una verifica di tutti il materiale.

Ma una simile violazione del copyright – purtroppo abbastanza comune nel mercato cinese – non avrebbe dovuto sorprendere Paradox.

GameBear è lo sviluppatore di Nova Empire che a sua volta è un clone di Stellaris con asset saccheggiati da Stellaris. Anche il trailer del gioco è copiato da pezzi del trailer di Stellaris:Utopia.

Quando Paradox ha dato a GameBear i diritti di Stellaris questi si sono sostanzialmente limitati a creare una parziale nuova veste grafica del clone (esattamente come era successo per Diablo), ma nel farlo ci hanno lasciato degli asset di altri giochi e soprattutto non hanno tolto tutti i riferimenti al gioco originale, tanto che questo messaggio di errore è stato trovato poco dopo

Thumbnail

Ci si chiedeva quanto avrebbero influito gli investitori cinesi su Paradox, in congiunzione anche al cambio del CEO storico dell’azienda. Purtroppo sembrerebbe che gli effetti siano disastrosi.

Non un buon modo di aprire la settimana di PDXCON

Un altro Ludum Dare

Questa volta non è stato semplice: il tema terribile e una generale mancanza di voglia hanno ridotto di parecchio lo scopo di questo gioco

Nonostante tutto però son riuscito a pubblicare qualcosa più o meno all’interno delle 48 ore.

Ho optato per la Jam dato che ho utilizzato alcuni suoni non originali.

Il gioco è un omaggio a Windows 95 ed è probabilmente un gioco che avrete già giocato migliaia di volte fin dai tempi del Commodore 64.

Puoi giocare qui.

The Theme Sucks

Start with nothing

Il tema del Ludum Dare è quasi sempre orrendo, ma a questo giro ci si è superati con quello che probabilmente è il tema più blando da quando partecipo.

Per questo motivo nella più classica della mia tradizione reinterpreterò il tema come un gioco di parole.

Penso che farò qualcosa basato su una interfaccia di Windows 95, con il pulsante Start, logicamente vuoto (with nothing) e che in qualche modo deve recuperare le voci di menù.

Come tutorial penso userò clippy.

Ok, la barzelletta è pronta, ora tocca pensare al gioco…