Cyberpunk 2077 Prime Impressioni: Prestazioni e Bug

Finalmente è uscito Cyberpunk 2077, e come prevedibile il gioco questo gioco sta venendo considerato in molte recensioni come pieno di bug e non ottimizzato.

Bug

Per fortuna non ho incontrato molti dei bug descritti da altri giocatori, e in particolare non ho avuto (in 5 ore di gioco) alcun crash. Molti dei problemi rilevati da altri giocatori potrebbero dipendere dai driver della scheda video.

Nvidia ha rilasciato come di consueto dei nuovi driver in vista di questo gioco, quindi il primo consiglio è di aggiornarli prima di provare a giocare.

Tolti i bug gravi ho invece incontrato diversi bug minori: personaggi non giocanti che si “teletrasportano” o sbattono contro i muri, riflessi nello specchio non aggiornati con i vestiti indossati dal giocatore (visibili guardando in basso) e una fastidiosa non ottimizzazione del puntatore: per interagire con gli oggetti come di consueto occorre guardarli, ma anche centrando un certo tipo di oggetto (in particolare alcune sorte di “libri” che contengono vari tipi di informazioni aggiuntive) il puntatore rimane attaccato ad un oggetto più lontano e qualche volta pure fuori dal campo visivo.

Non ho quindi incontrato nulla di realmente gamebreaking, ma se sommati questi bug danno abbastanza fastidio durante l’esperienza. Speriamo che vengano risolti a breve

Prestazioni

Le prestazioni sono al momento la nota dolente del gioco.

Per cominciare le specifiche del mio sistema

AMD Ryzen 5 2600X 3.6GHz
16GB di RAM
Nvidia RTX2060
Gioco installato su unità a stato solido

Secondo quanto dichiarato da CD Project Red con queste specifiche dovrei essere in grado di far girare il gioco al massimo senza RTX e al minimo con RTX a risoluzione 1080p.

L’RTX è a mio parere indispensabile per apprezzare a pieno l’ambientazione. Come si può vedere nella foto qua sopra la quantità e la qualità dei riflessi che questo gioco riesce a creare è una delizia per gli occhi.

E mi rendo conto che animare Night City non è come creare il mondo di Skyrim, e neppure come far girare una città in Grand Theft Auto.

Ogni veicolo nel traffico riflette decine di luci che provengono da ogni cartello, e da ogni insegna al neon. Le pozzanghere riflettono a loro volta tutta la città, così come le pareti cromate di alcuni palazzi. E poi abbiamo il fumo, e centinaia di oggetti e dettagli mostrati a schermo, e naturalmente dei personaggi con le loro animazioni facciali e i loro vestiti.

Detto tutto questo però non è possibile che fuori dalla scatola il gioco si schianti a 18 frame per secondo o meno appena si gira un angolo.

Dopo qualche ora di ottimizzazione e compromessi, seguendo questo video son riuscito ad ottenere un framerate tra il 25 e 45, con gli RTX attivi. Giocabile, ma un po’ fastidioso, e son abbastanza convinto che il sistema non sia ancora al limite e non ho capito quale sia il reale collo di bottiglia. Certamente alcune impostazioni del calcolo delle ombre fanno una differenza molto alta nelle prestazioni, e probabilmente andrebbero spente di default.

Oltre a questo sarebbe utile all’interno del gioco qualche tipo di benchmark, e sicuramente qualche indicatore che aiuti il giocatore ad ottenere le prestazioni migliori sacrificando il meno possibile dell’esperienza visiva. E in un gioco di questo tipo su PC la mancanza di uno strumento del genere al lancio è una pecca abbastanza grave.

Per il resto il gioco soddisfa, quando non eccede, le mie aspettative.

Ma di questo ne parleremo da domani