Giro intorno all’Europa: da Bruxelles a Goteborg

Continua il mio tour attorno all’Europa in Flight Simulator. In questa puntata vedremo le 4 tappe che dalla Francia mi hanno portato in piena Scandinavia passando sopra ad un numero incredibile di pale eoliche.

Bruxelles – Amsterdam Lelystad

Volo molto semplice: dritto verso nord sorvolando l’europorto di Rotterdam, l’aeroporto di Schiphol e i canali di Amsterdam. Quindi virata verso est fino a raggiungere l’aeroporto dove atterrare.

Lo scenario dal nord della francia diventa mano a mano più densamente popolato: i porti son enormi quartieri di capannoni e cisterne.

A circa un’ora di volo finalmente si sorvola Schiphol, uno degli aeroporti riprodotti a mano. Dall’altitudine del sorvolo non si notano tutti questi dettagli. Poco dopo si è sopra Amsterdam. Anche qua il framerate ha avuto un tracollo mentre facevo un’orbita attorno alla stazione, uno delle strutture riprodotte a mano.

Da qui verso est il volo è stato completamente tranquillo. L’aeroporto dove ho scelto di atterrare è probabilmente chiuso nella realtà, e ospita un museo, ma qui fortunatamente è completamente aperto ed illuminato.

Amsterdam

Lelystad – Amburgo

Il piano di volo è abbastanza semplice: nordest fino al mare, quindi seguire la costa fino ad incontrare la foce del fiume Elba, e quindi scendere fino ad Amburgo.

Nella pratica senza un minimo di mappe è difficile stimare dal cielo quale sia l’imboccatura corretta da prendere, e ho girato un po’ a casaccio cambiando spesso rotta.

Ad un certo punto, quando avevo effettivamente trovato il fiume Elba suona un allarme: Poco carburante.

Nonostante l’allarme non mi affretto particolarmente e mi prendo il mio tempo per un breve sorvolo della città di Amburgo. Anche qua il calo di framerate è notevole.

Finito il giro turistico atterro, e per la prima volta ho un traffico in coda di qualche minuto. Considerando la velocità del mio aereo ad eliche rispetto ad un Jet di linea mi affretto a sgombrare la pista.

Amburgo

Amburgo – Copenaghen Roskide

Tra questo volo e il precedente ho ritoccato le impostazioni grafiche in modo da migliorare il framerate sulle città.

Prima di decollare chiamo il camion del rifornimento e riempio tre quarti del serbatoio in modo da non andare incontro ai problemi di ieri.

Decollo al tramonto e compio un nuovo giro turistico su Amburgo passando sopra la torre contraerea della seconda guerra mondiale.

Nel volo notturno punto verso nord, con l’idea di sorvolare Kiel, ma mi trovo troppo a est. Seguo la costa nel tentativo di trovare il memoriale navale della prima guerra mondiale con annesso U-Boot, ma non ne trovo traccia. Probabilmente sono fuori dalla zona riprodotta con fotogrammetria.

Il sole oramai è quasi dietro l’orizzonte e punto verso nord mentre le luci a terra cominciano ad accendersi.

Ho notato un probabile eccesso di luci rosse nello scenario. Vero che le luci di ingombro sono spesso rosse, ma mi sembrano un po’ troppe rispetto alla realtà che vedo da terra, o in volo avvicinandomi agli aeroporti.

Atterro senza grossi problemi a Roskide.

La torre contraerea di Amburgo

Roskide – Goteborg

Ieri ho volato al tramonto, quindi oggi ho deciso di volare all’alba.

L’alba sul mare del nord è parecchio nebbiosa e a malapena vedo terra da 1000 piedi. Parto verso est andando a cercare il famoso ponte che collega la Danimarca alla Svezia. Il ponte è riprodotto, ma non fedelmente. Non è mostrata la struttura centrale con gli alti piloni, ed è visibile solo come ponte stradale e non come ponte a due piani ferroviario e stradale.

Sempre più o meno avvolto nella nebbia punto verso nord sorvolando sostanzialmente un ampio tratto di mare.

Non vedendo ragioni di volare a bassa quota sulle onde salgo fino a 3000 – 4000 piedi, più o meno al limite del fronte nuvoloso.

Per tutto il volo sono immerso nella luce dell’alba che filtra attraverso nebbia e nuvole. Un effetto decisamente artistico.

Arrivo a Oslo e probabilmente atterro sulla pista sbagliata, però la torre di controllo non si lamenta

Il Ponte

Nei prossimi giorni comincerò a muovermi verso est attraversando tutta la Scandinavia. Non mi aspetto di trovare molto di più che un sacco di laghi e foreste… vedremo.