Il decennio della realtà virtuale?

Lo scorso decennio è stato caratterizzato dalla diffusione dello smartphone.

La tecnologia che potrebbe rivoluzionare il mondo – almeno quello videoludico – potrebbe essere la realtà virtuale.

Avevamo già visto circa 3 anni fa come questa tecnologia stesse ripartendo per una seconda ondata dopo quella degli anni ’90.

In questi 3 anni i prezzi sono decisamente scesi: se nel 2017 un set costava 900 euro e richiedeva un computer di fascia alta.

Oggi i computer di fascia alta del 2017 son considerabili di fascia media e di fatti esistono soluzioni da 700 euro o anche meno compatibili con i caschetti.

Non solo: cominciano ad esistere dei caschetti standalone a batteria come l’Oculus Quest che costano meno di 500 euro, e per lo stesso prezzo si trovano anche soluzioni collegabili al computer.

La tecnologia c’è e i prezzi stanno scendendo: cosa manca? La killer application.

La realtà virtuale rimarrà molto probabilmente legata principalmente ai videogiochi (i dispositivi a realtà aumentata invece potranno avere applicazioni più professionali) e quindi quello che manca è un gioco in grado di cambiare completamente la percezione del giocatore: un gioco per il quale sia necessaria la realtà virtuale.

Secondo Valve questo gioco potrebbe essere Half-Life: Alyx.

Anche una esperienza multiplayer potrebbe fare il successo di questa piattaforma come già avevamo visto con star trek.

Potrebbero però essere altre 2 tecnologie a decretare il successo della VR: il 5G e il cloud computing.

Il cloud computing si sta affermando come alternativa alle console e ai PC, e nonostante una sorta di falsa partenza di Stadia è probabile che una simile tecnologia portata su una rete a banda larga e bassa latenza come il 5G potrebbe voler dire poterci portare in giro il caschetto standalone e poterlo utilizzare con la stessa qualità di un computer ad alte prestazioni.

Tutto questo però dipenderà dagli utenti: l’adozione degli smartphone è stata relativamente semplice dato che questi andavano semplicemente a soppiantare i cellulari precedenti, mentre un caschetto della realtà virtuale è qualcosa di completamente nuovo che potrebbe collocarsi in un mercato relativamente di nicchia dell’intrattenimento digitale.

Rifaremo il punto sullo stato della realtà virtuale dopo l’uscita di Alyx.