Primi passi in X4 Foundation

Ho recentemente cominciato a giocare a X4 Foundation.

La serie X mi ha sempre affascinato, sulla carta, ma non ero mai riuscito fino ad ora ad avvicinarmi ad alcuno dei giochi della serie. C’ero andato vicino con X3, ma ho abbandonato, anche perché nel frattempo era già uscito X4.

X4 è a prima vista un gioco di navicelle spaziali simile ad Elite, ma in realtà è uno strategico economico in tempo reale. L’universo aperto in cui si gioca – che è parzialmente diverso ad ogni partita – funziona su una economia che parte dalla raccolta di materie prime dagli asteroidi, fino ad arrivare ai prodotti finiti come le navi e le basi spaziali.

Il giocatore potrà gradualmente creare un impero comprando altre navi, costruendo basi, e dando ordini al personale che lavora per lui.

X4 non è il gioco più accessibile che esista anzi, nonostante i tutorial mi è servito guardare diversi video e fare molte ricerche su Google per muovere i primi passi nell’universo.

Ci son delle missioni principali, ma non è semplice capire come e quando farle e il gioco non da buoni segnali su quando è il caso di dedicarsi a raccogliere soldi per potenziare la propria nave, o le proprie navi.

Nonostante questo al momento son riuscito a far qualche soldo andando a cercare cristalli sugli asteroidi – una risorsa rara la cui ricerca porta via molto tempo – e con questi soldi ho acquistato due piccole navi minerarie che sono già al lavoro.

In una missione mi è stata data una piccola nave da carico, e ho messo anche questa in mano ad un capitano per trasportare merce in un mercato triangolare.

X4 è certamente un gioco che può trasformarsi rapidamente in un simulatore di ragioniere spaziale, ma per il momento sto facendo solo i primi passi e non ho ancora creato alcuna stazione.